Top_menu

- Una “buona notizia” -

  • Facebook
  • Twitter
  • Email

La grande truffa del business dietro l'influenza A

Allarme esagerato per vendere vaccini. e tre esperti dell'OMS erano consulenti delle Aziende Farmaceutiche

E' questa la notizia che  ho letto sul "Fatto Quotidiano" oggi in edeicola. Premetto subito che è una "buona notizia" solo perchè conferma quello che molti medici, me compreso, avevano sostenuto all'inizio di quella campagna mediatica, che ha visto coinvolti molti soggetti, istituzionali e non, nel tentativo di convicere la popolazione tutta a vaccinarsi contro la "terribile pandemia H1N1". L'articolo afferma che il Comitato per la Salute dell'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa, in un rapporto approvato sulla gestione della pandemia, afferma che c'è stato uno spreco di denaro pubblico ed un ingiustificato allarmismo sui rischi che i cittadini europei correvano in seguito alla eventuale pandemia di H1N1. Nel documento viene duramente criticato il comportamento da parte dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, oltre a quello delle Agenzie dell'Unione Europea e dei singoli governi nazionali, fino ad affermare che "ci sono prove schiaccianti che la pericolosità del H1N1 è stata enormemente gonfiata….. è stata una pandemia che non è mai avvenuta". C'è stata una grave mancanza di trasparenza nel processo che ha portato alla dichiarazione della pandemia, e la corsa dei governi di quasi tutto il mondo all'acquisto di farmaci antivirali contro l'influenza A fu sollecitata da esperti che avevano lavorato ed in alcuni casi lavorano ancora come consulenti per le Aziende Farmaceutiche produttrici degli stessi farmaci. In particolare tre scienziati: Fred Hayden, Arnold Monto e Karl Nicholson, autori del rapporto pubblicato nel 2004 dall'OMS, presentavano un chiro conflitto di interessi, quando consigliavano ai governi di tutto il mondo di premunirsi di antivirali per combattere la pandemia da influenza A. Questo non lo dicano fanatici che vedono complotti in ogni luogo, ma è affermato da un'indagine pubblicata sul British Medical Journal e del Bureau of Investigative Journalism. I tre irreprensibili scienziati, che ho citato sopra, avevano svolto ricerche e consulenze per Roche e GlaxoSmithKline, per puro caso produttori rispettivamente degli antivirali Tamiflù e Relenza, con un incasso di circa 7 miliardi di dollari dalle vendite di questi medicinali, che sono costati al solo governo inglese, la piccola cifra di 1 miliardo di Sterline. Gli stessi scienziati hanno confermato i fatti, ma hanno sottolineato di non averli mai nascosti.  Possiamo infine affermare che la vaccinazione contro l'influenza A sia stata una "sperimentazione di un placebo su vasta scala".

Spero che tutto questo serva a fare capire che se l'OMS è il ministero della Sanità le multinazionali chimico-farmaceutiche e con loro molti istituti di ricerca, rappresentano i segretariati di quel ministero. Con questa logica le corporazioni farmaceutice riceveranno sicuramente il permesso di commercializzare una valanga di prodotti chimici. Inoltre in questo sistema, anche gli istituti governativi di controllo sono a loro volta contrallati dall'OMS e molti dirigenti ai massimi livelli di questi istituti che dovrebbero controllare e verificare, finito il loro mandato, assumono cariche di prestigio nelle stesse multinazionali del farmaco, che prima dovevano controllare. Verrebbe spontaneo affermare che questa sia la ricompensa per il modo encomiabile in cui hanno svolto il proprio lavoro e, forse, difeso i "loro" interessi. Come spiegare altrimenti il fatto che farmaci testati per anni prima di essere commercializzati, una volta utilizzati su larga scala diano a volte enormi problemi sanitari, fino a spingere le ditte produttrici a ritirarli dal mercato?

Non avranno per caso ragione coloro che affermano che attraverso la produzione di farmaci tossici, alimenti geneticamente modificati, vaccinazioni di massa, elettrosmog, ecc. ci stanno volontariamente e lentamente facendo ammalare, o quanto meno ci indeboliscono? il motivo di tutto questo alla fine è che una persona malata è una persona non libera, schiava del sistema sanitario, ed il sistema sanitario non è altro che un sistema economico.!! Allora abbracciate quei medici di base che si sono opposti alla vaccinazione H1N1, sono stati riciamati all'ordine, perchè hanno osata pensare con il loro cervello, non hanno creduto a quanto gli veniva "venduto come l'unica verità" che non si deve mettere in discussione. Forse a volte hanno sbagliato "in buona fede" e "senza conflitti di interesse" una diagnosi nei vostri confronti, ma questa volta vi hanno reso un pò meno schiavi. Infine io non sono un Medico di Base, ma non mi sono vaccinato e non ho fatto vaccinare nessuno dei componenti della mia famiglia e dei pazienti "sani" che mi hanno chiesto un parere al riguardo e dico questo non per autocelebrazione, ma per ringraziare coloro che mi hanno insegnato a ragionare con il mio cervello, sulle cose di cui ho sufficienti conoscenze scientifiche, dicendomi che per fare questo si deve essere sempre trasparenti e non scendere a compromessi con il potere. Tutti noi nel nostro percorso abbiamo avuto la fortuna di avere incontrato simili maestri, la sfortuna è che a volte ce li scordiamo nella forsennata ricerca del successo e del denaro. Allora notizie come questa sono la piccola rivincita di quei "maestri", spesso inascoltati.

, , ,

No comments yet.

Lascia un Commento


3 − = uno

Powered by WordPress. Designed by Woo Themes

Email
Print