Top_menu

- Stiamo vincendo il cancro? -

  • Facebook
  • Twitter
  • Email

Il 26 e 27 ottobre Lugano ospiterà il World oncology forum, un’iniziativa della European School of Oncology di Umberto Veronesi, per fare il punto sui risultati della lotta al cancro. In quell’occasione il professor Paolo Vineis, epidemiologo all’Imperial College di Londra e allo HuGeF di Torino, anticiperà le conclusioni di uno studio che sta per pubblicare su Lancet. «La lotta al cancro migliora in Occidente – spiega Vineis – e peggiora nei nuovi Paesi ricchi e in quelli in “via di sviluppo”. Il miglioramento dei dati di sopravvivenza in Usa ed Europa è dovuto all’accresciuta capacità diagnostica e alla sua maggiore precocità, ma anche all’introduzione dei test di screening e alla diffusione di fattori di rischio ambientali e a stili di vita ad alto rischio».

Nei Paesi dove si assiste a una prima occidentalizzazione degli stili di vita, a cominciare dal consumo di sigarette fino a un’alimentazione lontana da quella tradizionale, si registra un trend di crescita dell’incidenza dei tumori. In Africa si prevede una crescita del 70% annua dei casi, ma anche in Cina e India l’aumento è importante.

A ogni Paese corrisponde un tipo più frequente di tumore: in Gran Bretagna al polmone, negli Usa al colon retto, in Cina al fegato, in Australia alla pelle e questo sembra dimostrare l’origine principalmente ambientale e comportamentale dei tumori.

«E’ fondamentale coinvolgere i medici nella prevenzione del cancro – conclude Vineis – L’epidemiologia ha dato molti contributi, identificando cause importanti del cancro, dal tabacco all’Helicobacter pylori e all’Hpv, ora si deve fare un salto in avanti: ci troviamo di fronte a domande più difficili, come quelle sugli effetti dell’inquinamento atmosferico, dei pesticidi o di altri agenti ambientali. La nuova stagione della ricerca richiede strategie sofisticate per analizzare gli effetti dell’ambiente sull’universo del Dna e delle proteine».

 

, , ,

No comments yet.

Lascia un Commento


4 + = cinque

Powered by WordPress. Designed by Woo Themes

Email
Print