Top_menu

- OMS e Omeopatia -

  • Facebook
  • Twitter
  • Email

L’OMS promuove l’Omeopatia tra le medicine tradizionali

OmsIl “Memorandum dell’Organizzazione Mondiale della Sanità” pubblicato nel Marzo 2010 decreta l’ingresso dell’Omeopatia nel gruppo delle Medicine Tradizionali e ne raccomanda l’integrazione nell’ambito delle cure primarie. In pratica la pubblicazione del documento “Safety issues in te preparation of homeopathic medicines”, l’OMS riconosce pari dignità all’Omeopatia rispetto agli altri paradigmi medici, sgomberando il campo da qualsiasi possibile ostilità nei confronti della stessa.

Il documento  OMS è incentrato sul tema della sicurezza, come primo requisito che un farmaco deve possedere, ed imprime un forte stimolo all’arminizzazione delle regole di produzione per tutto il mercato internazionale, nel rispetto delle autonomie dei singoli governi nazionali. Nel documento vengono affrontate le problematiche, relative alla specificità dei prodotti omeopatici in rapporto alle usuali metodologie per il controllo della qualità dei farmaci. Viene raccomandata l’adesione alle Linee Guida per la “Good Manufacturing Practice” (GMP), così come l’attenzione alla identificazione, alla natura ed alla qualità dei materiali di origine e degli eccipienti. Una particolare raccomandazione è rivolta alle Autorità regolatorie, perchè mettano in atto tutte quelle normative efficaci a garantire un prodotto finale, sicuro, efficace e di alta qualità. In questa direzione, Stati uniti, canada ed Australia hanno elaborato normative che permettono al consumatore di poter disporre di un foglietto illustrativo che lo aiuti nell’utilizzo del prodotto omeopatico.

La nostra speranza è che anche l’Italia venga indotta dal prestigio e dalla serietà dell’OMS, ad omologarsi alle sue indicazioni, tali da consentire alla popolazione di  rivolgersi alla medicina omeopatica in totale sicurezza e pienamente informata. Sono tre anni che attendiamo che l’Italia applichi la nuova Direttiva Europea sui farmaci, che stabilisce le regole anche per il settore omeopatico, Siamo l’unica legislazione in Europa, che non consente l’etichettatura dei farmaci omeopatici e che non permette di aprire nuove linee di prodotto. Si tratta di una posizione assurda che mette l’italia a rischio di una procedura d’infrazione UE.

,

No comments yet.

Lascia un Commento


sette − = 0

Powered by WordPress. Designed by Woo Themes

Email
Print