Top_menu

- Non toccate Bertolaso !!! -

  • Facebook
  • Twitter
  • Email

Come si può inquisire un uomo di valore, che ha risolto le tante “emergenze” dell Italia? Ormai tutto nel nostro Paese è una emergenza e per risolvere i problemi si devono prendere decisioni rapidamente ed altrettanto velocemente pagare chi è in grado di farlo. In situazioni di emergenza non si può essere parsimoniosi o peggio ancora avari nello spendere; si deve passare alla cassa, ritirare il contante e pagare le imprese di cui ci fidiamo, meglio ancora se queste sono a noi “fedeli” e “amiche“. Se queste divengono troppo amiche e per riconoscenza, desiderano sdebitarsi con qualche piccolo regalo, qualche ora in un centro Relax per un massaggio anti-stress, oppure concedere qualche favore ad amici e parenti, tutto questo è una colpa dell efficiente Guido Bertolaso?

Da una persona che se ne intende, è stato definito infaticabile,  “…lavora 18 ore al giorno,…non dorme mai,…è sempre sul luogo dell emergenza o della catastrofe”. Poi si concede un pò di svago e, come tutti coloro che lavorano molto per l umanità, non hanno il tempo per mantenere relazioni affettive e per dedicarsi ai propri figli. Hanno quindi la necessità di qualcuno che gli procuri piacere a pagamento, oltre al desiderio di lasciare ai figli un consistente “patrimonio” che li ripaghi, almeno in parte, della carenza affettiva e della mancanza di una guida paterna nel periodo della adolescenza.

Allora….NON Toccate Bertolaso!! Questo è il “sistema Paese”. Vale per le scelte fatte dalla Protezione Civile; vale per le scelte degli Amministratori delle Regioni, spesso con enorme sperpero di denaro pubblico; vale per gi Amministratori delle Provincie, spesso legati mani e piedi a scelte politiche ed affaristiche che poco hanno di utilità sociale; vale per i Sindaci che si scontrano nelle loro decisioni con ricatti di Ministri, Governatori della Regione, costruttori e imprenditori corrotti.

La soluzione a tutto questo può essere solo quella di cambiare il sistema; impedire i conflitti di interessi; gestire la cosa pubblica, anche nell emergenza, con trasparenza, correttezza e moralità. Deve dominare il concetto di fare un servizio al Paese e non gli interessi personali e degli amici del momento. Allora se i vari Bertolaso, piegati in due dal macigno del proprio impegno assunto, avranno bisogno di qualche massaggio della bravissima Francesca, se lo dovranno pagare, come fanno gli altri “affaticati” clienti.

Per quanto riguarda gli altri personaggi implicati in questa vicenda, non facciamo l errore di arrestarli o peggio ancora di condannarli. potrebbero deprimersi, chiudersi nel loro dolore espiatorio. Così facendo getteremmo al vento la loro esperienza acquisita sul campo, perderemmo il loro patrimonio economico, partito per lidi più sicuri. Mettiamo invece entrambe le cose al servizio di molte piccole imprese e di artigiani volenterosi che fanno molta fatica in questi momenti di “emergenza” economica. Quets sarebbe una iniezione di energia, che potrebbe risollevare il “morale” di molte aziende sane, ma che non hanno capito bene come si fa a lavorare in questo Paese e si perdono nelle strette maglie della burocvrazia alla ricerca di permessi e autorizzazioni, fino a pensare sconsolati che sia meglio terminare l attività.

,

No comments yet.

Lascia un Commento


7 + due =

Powered by WordPress. Designed by Woo Themes

Email
Print