Top_menu

Incredibile che il Governo trasformi i rifiuti in materiale per ripristino ambientale

  • Facebook
  • Twitter
  • Email

Milioni di tonnellate di rifiuti inquinanti prodotti dal cantiere per la costruzione del doppio tunnel da sette chilometri del nodo fiorentino dell’Alta velocità ferroviaria diventano materiale buono per il ripristino ambientale dell’ex miniera di Santa Barbara nel comune di Cavriglia (Arezzo), destinata a diventare un Parco. A decretarlo in queste ore – pare imminente la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale – è il Ministro dell’Ambiente Corrado Clini grazie ad un nuovo Regolamento che permetterà di far risparmiare a Ferrovie dello Stato e alle società RFI e Nodavia le risorse necessarie ad un corretto smaltimento del materiale scavato.

La firma del Ministro non cambia ovviamente la natura dei rifiuti scavati, che provengono da aree oggetto di inquinamento e che per di più sono mescolati agli additivi chimici utili all’escavazione con la fresa, la famosa “Monna Lisa”. L’unico vero risultato sarà quello di trasformare il previsto parco di Santa Barbara in una vera e propria discarica con l’approvazione, tra l’altro, del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, come si evince dalle dichiarazioni rese alla stampa. Invece di tutelare l’ambiente e la salute dei cittadini di Cavriglia si schiera dalla parte delle imprese costruttrici.

Ma il miracoloso decreto merita un ulteriore approfondimento. Il Regolamento ricalca infatti un precedente tentativo fatto dal ministro Prestigiacomo, che non andò a buon fine per le valutazioni negative dalla Commissione ambiente della Unione Europea. Il decreto Clini, che riprende il testo Prestigiacomo, non è stato esaminato dalla Commissione ambiente a Bruxelles, ma dalla Commissione industria, che ha verificato solo la non sussistenza di fattori che ostacolino la libera concorrenza. Nessun silenzio assenso quindi – come spesso declamato dalle istituzioni, nè mancanza di rilievi sul piano ambientale che invece giungeranno una volta che la Commissione ambiente esaminerà la questione e costringeranno il governo italiano a ritirare il Regolamento. Nel frattempo però si realizzerà il miracolo della sparizione dei rifiuti speciali dal sottosuolo di Firenze, che riappariranno nel parco di Santa Barbara, trasformato in discarica grazie a Mauro Moretti e Enrico Rossi. Ma gli abitanti di Cavriglia sono stati  informati di questo? Qualcuno saprà tutelare la loro salute? Il popolo dei Notunneltav è già in allerta.

No comments yet.

Lascia un Commento


− cinque = 1

Powered by WordPress. Designed by Woo Themes

Email
Print