Top_menu

- Come licenziare senza che nessuno se ne accorga -

  • Facebook
  • Twitter
  • Email

Ho deciso di allegare questo articolo inviato dai lavoratori di OLIVETTI-GETRONICS-BULL-EUTELIA-NOICOM-EDISONTEL, in quanto credo non si possa tollerare che molte notizie di questo tipo non arrivino al pubblico televisivo e giornalistico. Lo pubblico perchè uno dei principi fondamentali a cui si deve ispirare chiunque gestisca un sito web è quello della trasparenza e chiarezza dell’informazione; quindi coloro che lo leggono devono chiedersi perchè i mezzi di comunicazione istituzionali hanno tenuto nascosta una notizia che dimostra che l’economia italiana non è così sana e fuori dalla crisi.

AGILE – ex EUTELIA – COME LICENZIARE 9000 PERSONE SENZA CHE NESSUNO SE NE ACCORGA !!!!!

Condividi

Oggi alle 12.55

E’ iniziato il licenziamento dei primi 1200 lavoratori di
OLIVETTI-GETRONICS-BULL-EUTELIA-NOICOM-EDISONTEL
TUTTI CONFLUITI in: AGILE s.r.l. ora Gruppo Omega

Agile ex Eutelia è stata consegnata a professionisti del FALLIMENTO.
Agile ex Eutelia è stata svuotata di ogni bene mobile ed immobile.
Agile ex Eutelia è stata condotta con maestria alla perdita di
commesse e clienti .
Il gruppo Omega continua la sua opera di killer di aziende in crisi,
l’ultima è Phonemedia 6600 dipendenti che subirà a breve la stessa
sorte.

Siamo una realtà di quasi 10.000 dipendenti e considerando che ognuno
di noi ha una famiglia,le persone coinvolte sono circa 40.000 eppure
nessuno parla di noi.

Abbiamo bisogno di visibilità mediatica, malgrado le nostre
manifestazioni nelle maggiori città italiane (Roma – Siena Montepaschi
– Milano – Torino – Ivrea – Bari – Napoli – Arezzo – ) e che alcuni di
noi sono saliti sui TETTI, altri si sono INCATENATI a Roma in piazza
Barberini, nessun giornale a tiratura nazionale si è occupato di noi
ad eccezione dei TG REGIONALI e GIORNALI LOCALI.
NON siamo mai stati nominati in nessun TELEGIORNALE NAZIONALE perchè
la parola d’ordine è che se non siamo visibili all’opinione pubblica
il PROBLEMA NON ESISTE.

Dal 4-Novembre-2009 le nostre principali sedi sono PRESIDIATE con
assemblee permanenti

Se sei solidale con noi INOLTRA QUESTA MAIL ad almeno 10 amici nei
prossimi 30 minuti, non ti costa nulla , ma avrai il ringraziamento di
tutti i lavoratori e le Lavoratrici di Agile ex Eutelia che da mesi
sono senza stipendio.

Altrimenti questa azienda morirà

Le Lavoratrici e i Lavoratori di Agile s.r.l. – ex Eutelia

Squadracce in azione all’Eutelia:La pronta reazione dei lavoratori evita lo sgombero
Oggi alle 18.35
Squadracce in azione all’Eutelia
La pronta reazione dei lavoratori evita lo sgombero

Alle primissime ore di questa mattina si è verificato un gravissimo episodio all’ Eutelia, occupata ormai da settimane dai lavoratori contro la chiusura.
Una squadraccia di 15 bodyguard, sarebbe meglio chiamarli con il loro vero nome, mazzieri mercenari, è penetrata nei locali occupati scardinando porte con i piedi di porco, svegliando in malo modo i lavoratori e, spacciandosi per poliziotti, identificandoli, minacciandoli e cercando di sgomberarli.
La pronta reazione degli occupanti ha fatto sì che la provocazione non riuscisse: i 15 mazzieri, appartenenti ad una Società, Barani Group, di cui esibivano la scritta sui giubbotti, sono stati rinchiusi in una stanza e solo l’arrivo della polizia ha evitato loro una più dura lezione.
La loro spedizione, tanto sfortunata più perchè sul posto era presente un operatore televisivo, ricorda le imprese delle agenzie americane degli anni venti, quando i padroni USA non arretravano davanti a niente per spezzare i movimenti sindacali, e fa riflettere sulla durezza dello scontro quando in ballo ci sono i diritti fondamentali dei lavoratori, primo fa tutti il diritto al lavoro e al salario.
Il Governo sbandiera ai quattro venti che il peggio è passato, che stiamo uscendo dalla crisi; basta guardare agli episodi di lotta che diventano sempre più numerosi per sbugiardare chi ci Governa.
Ai lavoratori dell’Eutelia tutta la nostra solidarietà e un grazie per aver respinto in maniera così decisa una provocazione che avrebbe potuto avere ben più gravi conseguenze.
Roma, 10.11.09
Federazione Nazionale RdB

No comments yet.

Lascia un Commento


− 1 = sei

Powered by WordPress. Designed by Woo Themes

Email
Print