Top_menu

- Appello dei medici per l’ambiente (ISDE- Italia) ai parlamentari -

  • Facebook
  • Twitter
  • Email

Individuazione e soluzione dei problemi sanitari connessi all’ambiente.

Il caso Taranto ribadisce un insegnamento: ignorare e sottovalutare la

basilare relazione tra ambiente e salute genera drammi ambientali,

sanitari, sociali ed economici.

In Italia è necessario imparare ancora la lezione di Seveso (diossine),

Cornigliano (acciaierie), Marghera e Priolo (petrolchimiche e raffinerie

di petrolio), Casale Monferrato e Spezia (amianto), Spezia, Monfalcone

(cantieristica navale), ecc.. Queste tragiche lezioni vanno applicate con

convinzione a tutte quelle aree in cui ampi strati di lavoratori e

popolazione generale convivono con regolari emissioni inquinanti

provenienti da acciaierie, centrali a carbone, impianti chimici,

inceneritori, cementifici, impianti geotermici, traffico veicolare, ecc.

I Medici per l’Ambiente (ISDE, Italia) ricordano che qualificate ed

indipendenti evidenze scientifiche internazionali (anche italiane) hanno

chiaramente dimostrato l’associazione tra inquinamento ambientale e gravi

danni alla salute umana (non solo tumori).

E’ quindi una priorità agire con competenza e tempestività per eliminare

l’inquinamento atmosferico, idrico, ecc. per ridurre i connessi danni

all’ambiente, alla salute umana ed alla società. Le competenze

scientifiche e tecnologiche ci sono. Applicarle subito è quindi possibile

per attivare il circuito virtuoso che finalizzi la produzione ed il

Dio-mercato verso il miglioramento della qualità della vita delle persone,

e non viceversa.

La società come il PIL ne risentiranno positivamente. Basta osservare la

ripresa sociale ed economica delle aree cittadine che

riconvertono i parcheggi e le vie trafficate in spazi liberi e pubblici

con piccole ma produttive attività culturali, commerciali, turistiche,

ecc.

Medici per l’Ambiente (ISDE, Italia)

www.isde.org

 

, , , , ,

No comments yet.

Lascia un Commento


otto × 6 =

Powered by WordPress. Designed by Woo Themes

Email
Print