Top_menu

- 21 Agosto 2010 – “la fine delle risorse”

  • Facebook
  • Twitter
  • Email

August 21, Earth Overshoot Day

In questo giorno abbiamo già finito le risorse che la natura può fornire in un anno, il 21 Agosto è il “giorno del superamento“, il giorno in cui la terra inizia a vivere al di sopra dei propri mezzi ecologici. Questa notizia che ho sentito stamani a Radio 24, è una cosa su cui riflettere da ora e su cui impegnarsi da subito per risolvere quello che rischia di diventare, se non lo è già, uno dei problemi più seri del la nostra esistenza futura.

A dare questa notizia è l’organizzazione che misura l’impatto della nostra esistenza sulla natura, il Global Footprint Network. Da oggi fino alla fine del 2010 noi costringiamo la terrra a produrre una quantità di risorse superiori alla sua capacità di rinnovarle. Questo si traduce nel consumo di una quantità di gas superiore con un aumento dell’emissione in atmosfera di gas serra, oltre ad una riduzione delle scorte di cibo prodotto. Questo giorno viene calcolato partendo da un indice statistico
che fa il rapporto tra il consumo di risorse ecologiche e la biodisponibilità delle stesse e la capacità della natura di rigenerarsi nello stesso arco temporale.

[ world biocapacity / world Ecological Footprint ] x 365 = Earth Overshoot Day

Il fatto che il giorno del superamento cada il 21 di Agosto, vuole dire che questo anno noi sfrutteremo la terra e la capacità della natura di rigenerarsi del 150% quando arriveremo al 31 Dicembre! Possiamo stare tranquilli?

Questo dato è ancora più grave se lo rapportiamo a quelli degli anni passati:
nel 1987 l'”Earth Overshoot Day ” ( primo anno in cui fu calcolato) cadde il 21 Dicembre, dieci prima della scadenza fisiologica di pareggio.
Nel 1995 si arrivò al giorno di pareggio il 21 Novembre.
Nel 2005 ancora prima, il 20 di Ottobre.
negli ultimi 2 anni siamo arrivati al 21 Agosto

Non è ancora arrivato il momento di fermarsi? Non mettere la difesa dell’ambiente ai primi posti di un programma di governance è criminale. Difendiamo la terra, modifichiamo il nostro modo di pensare da consumatori compulsivi e produttori di quantità immense di rifiuti; ripensiamo le tecniche di smaltimento di questi rifiuti con l’obbiettivo di arrivare a “rifiuti zero”; ripensiamo il nostro concetto di “Energia”, indirizzandoci in maniera decisa verso fonti di energia rinnovabili ed ecocompatibili.
Infine reimpariamo l'”arte del fare” più di quella del consumare: coltiviamo il nostro piccolo orto biologico.

Loro ci diranno che facendo questo in tanti il “giorno del superamento” tra due anni sarà il 31 Agosto, quindi un fallimento.
Ma è un fallimento invertire una tendenza e, soprattutto è un fallimento mangiare zucchine, fagioli, porri, patate, ecc., che sanno di zucchine, fagioli, porri, patate?

No comments yet.

Lascia un Commento


6 − = tre

Powered by WordPress. Designed by Woo Themes

Email
Print